Domenica il derby alle 18,30

Si gioca prima. Lazio-Roma: dalle 20,45 alle 18,30. Per ordine pubblico. Una decisione presa direttamente dal prefetto Pecoraro. D’intesa con la Lega calcio, dunque, è arrivata la scelta giustificata con motivazioni di sicurezza. «L’obiettivo principale – spiega Pecoraro – è quello di garantire maggior sicurezza e serenità a chiunque voglia assistere all’incontro di calcio. Tutti hanno compreso questa esigenza, dimostrando senso di grande responsabilità». Ecco allora che, oltre allo spostamento dell’orario, ieri si è messo a punto anche il piano “Derby tranquillo”. In Prefettura sono state messe a punto le mosse cardine per arginare eventuali scontri tra fazioni rivali, che comunque saranno perfezionate anche oggi. Per il momento si sa che saranno circa 1500 gli uomini delle forze dell’ordine impiegati. Che da domani pomeriggio – tutti i giorni – saranno bonificati anfratti, cespugli e possibili nascondigli per armi e bastoni attorno allo stadio Olimpico. E che, sempre da domani notte, lo stadio sarà illuminato a giorno e pattugliato 24 ore su 24. Tutto in attesa di domenica, il giorno X. Quello che almeno da domenica sta togliendo il sonno ai romanisti doc e facendo venire l’acquolina in bocca ai laziali: se i primi sognano il tricolore, i cugini, oltre a cercare i punti salvezza, sperano di poter sgambettare i romanisti togliendogli di fatto lo scudetto. Tante componenti che fanno pensare ad una sfida al limite per l’ordine pubblico anche se, come ha sottolineato il Prefetto, «i tifosi di Roma e Lazio negli ultimi anni sono cresciuti, dimostrando un’acquisizione di maturità sotto ogni profilo». -legggo.it-