Arrestato il marito della donna trovata morta nel lago di Como

Donna nel Lago di Como, arrestato marito. E’ stato arrestato, nella tarda serata di ieri, il marito della donna 36enne di Castel San Pietro, nel Canton Ticino, scomparsa lo scorso 25 marzo e ritrovata morta, tre giorni fa, nelle acque del Lago di Como. La notizia dell’arresto dell’uomo arriva da fonti di stampa svizzere. Il cadavere della donna è stato rinvenuto nella località di Laglio, da un residente della zona. Sposata e madre di un figlio la donna trovata morta venerdì scorso nelle acque del lago di Como, a Laglio. La donna, 36 anni, residente nel medrisiotto, era una casalinga. A riconoscere la donna brutalmente uccisa è stato il fratello, al quale sono state mostrate le foto della vittima diffuse dai carabinieri di Como, dei due tatuaggi disegnati sul corpo e del braccialetto che aveva al polso. La donna era residente nel Mendrisiotto, zona del Canton Ticino vicina al confine con l’Italia e distante una ventina di chilometri da Laglio. Le indagini sull’omicidio sono condotte dall’autorità giudiziaria italiana in stretta collaborazione con quella elvetica.