Cern esperimento big bang, al via le prime collisioni

Si accorcia la strada che porta alla particella di Dio. Il Large Hadron Collider, l’acceleratore di particelle più grande del mondo, ospitato al Cern di Ginevra ha mosso i primi passi verso il suoscopo ultimo, la ricreazione di un micro fenomeno big bang. Viaggiando nell’anello di 27 chilometri del Lhc ad una velocità vicina a quella della luce, i protoni si sono scontrati all’energia di 7.000 miliardi di elettronvolt. Le collisioni, ieri sono state quattro, accompagnate applausi fragorosi, grida di gioia hanno portato il direttore dell’istituto, RolfHeuer, a parlare di «nuova era per le scienze ». Nei prossimi anni i nuovi esperimenti dovrebbero portare a una frammentazione delle particelle tali da generare un’energia doppia rispetto a quella raggiunta ieri, pari a quella del big bang che ha dato inizio all’universo. Gli esperimenti potrebbero portare poi alla scoperta del bosone di Higgs, la cosiddetta “particella di Dio”, teorizzata da molti ma la cui esistenza non è mai stata provata da nessuno. – dnews –