Il Tar conferma: nessun rinvio delle elezioni

Le elezioni regionali nel Lazio non saranno rinviate e si svolgeranno, come previsto, il 28 e 29 marzo. Lo ha deciso il Tar del Lazio che si è espresso sui ricorsi presentati da alcune liste tra cui la Rete Liberal-Sgarbi che si era rivolta ai giudici amministrativi contro la decisione della Regione di non concedere il rinvio del voto. Il Tar ha ritenuto, tra l’altro, che «l’istanza cautelare non può essere accolta in quanto il rifiuto del rinvio della data delle elezioni non risulta illegittimo e non cagiona alcun danno alla lista ricorrente». Inoltre secondo il tribunale «il dimezzamento delle firme non appare idoneo ad intaccare la par condicio elettorale» e «la parità di tutti i concorrenti a partecipare vale a scongiurare un danno grave e irreparabile ». I giudici amministrativi hanno inoltre rigettato altri 5 ricorsi che chiedevano, per varie ragioni, «l’annulla – mento del decreto» con il quale sono state indette le elezioni regionali del 28 e 29 marzo: nello specifico i ricorsi erano stati presentati da Antonietta Brancati (due ricorsi per il Partito liberale), Dario Di Francesco per la Lista Viva l’Italia e altri, Principia Carlo per la lista Carlo Taormina- Lega Italia-Fronte Verde) e Luca Romagnoli per il Movimento Sociale-Fiamma Tricolore. Le motivazioni saranno pubblicate oggi. -dnews-