Ranieri vuole la vittoria: teniamo vivo questo sogno

Battere il Bologna per poi pensare all’Inter. È il diktat di Claudio Ranieri per la sfida di stasera (ore 20.45) in terra emiliana. La Roma, per continuare la rincorsa al primo posto, non può sbagliare e l’allenatore giallorosso non vuole distrazioni: «La stampa pensa all’Inter – dice Ranieri – ma noi sappiamo che il rischio è fare male con il Bologna. Siamo super concentrati per questa partita». L’ambiente capitolino è in fermento con i suoi sogni di gloria, ma Ranieri, che conosce bene la Città Eterna, calma gli animi: «Noi dobbiamo fare il nostro lavoro concentrati e volitivi. Poi è giusto che la città sogni. L’ho detto più volte: noi dobbiamo far sognare i nostri tifosi, però fermiamoci lì. L’entusiasmo fa piacere, spero che ai ragazzi dia la voglia di far bene, ma rimanendo con i piedi per terra. Dobbiamo avere il giusto equilibrio senza esaltarci o deprimerci. Ogni partita va giocata ed è difficile». La Roma non si esalta, però è pienamente consapevole della propria forza: «Non ci siamo mai guardati indietro in classifica – rivela Ranieri – lo abbiamo fatto soltanto quando ero appena arrivato». Per quanto riguarda la formazione è scontata la conferma di Menez alle spalle di Vucinic e Toni in un 4-3-1-2. A centrocampo, con il rientro di Pizarro e De Rossi, rimane soltanto il ballottaggio tra Perrotta e Taddei con il brasiliano favorito. In difesa Mexes rimpiazza lo squalificato Juan al fianco di Burdisso mentre Cassetti e Riise sono confermati sulle fasce. Totti invece continua a lavorare per esserci sabato nel big-match con l’Inter. Ieri il capitano, che ha rivelato la sua grande passione per il poker online, ha svolto per la prima volta l’intero allenamento con i compagni fermandosi poi per un’altra mezz’ora di seduta supplementare. « L’importante è che riesca a migliorare giorno per giorno – le parole di Ranieri – Totti è quasi ok Menez? Spero che gli applausi di sabato gli abbiano fatto bene e gli abbiano fatto capire che gli vogliamo bene. Mexes? Sta bene». Intanto, per la partita contro l’Inter, sono già esauriti i biglietti del settore di tifosi interisti mentre la Lega Calcio ha spostato ufficialmente la semifinale di ritorno di Coppa Italia contro l’Udinese: si giocherà il 21 aprile alle 18 (all’andata i giallorossi si sono imposti per 2-0). Il pensiero però rimane fisso al sogno rimonta: «Noi dobbiamo restare con i piedi per terra senza prenderci in giro – chiude Ranieri – ma non mi ricordo di essere mai stato così vicino allo scudetto». -dnews-