Roma, 600mila persone in piazza

A Roma oggi sarà una giornata di fuoco. Due le manifestazioni che attireranno nella Capitale oltre 600mila persone. In 80 mila protesteranno contro la privatizzazione dell’acqua. Oltre mezzo milione di persone, invece, è la previsione per la manifestazione del Pdl: tremila pullman arriveranno da tutta Italia, a San Giovanni dove è previsto il comizio finale del premier e dove verrà srotolato un enorme tricolore, è già pronto un palco da 384 metri quadrati. Due cortei che si snoderanno per le vie di Roma, un maxi palco in piazza San Giovanni col solo simbolo del Pdl, il comizio finale di Berlusconi fissato per le 18,30: obiettivo minimo degli organizzatori, 500mila persone. È il momento della verità la manifestazione organizzata dal Pdl, per capire se lo sforzo organizzativo messo in campo nell’ultima settimana avrà sortito gli effetti sperati. «L’amore vince sempre sull’odio» e «Dal governo del fare alle regioni del fare», gli slogan della manifestazione. All’arrivo in piazza San Giovanni, i tredici candidati governatori sottoscriveranno un patto simbolico per l’applicazione nelle loro regioni, in caso di vittoria, del piano casa. «La nostra manifestazione è stata rispettosa verso la Costituzione e le istituzioni, c’è da augurarsi che quella del centrodestra faccia altrettanto», commenta il leader del Pd Bersani.