Garzelli fa il colpo a sorpresa

Doppia emozione a San Benedetto del Tronto per la conclusione della Tirreno-Adriatico. L’ultima tappa va al norvegese Edvald Boasson Hagen, che precede Alessandro Petacchi e si candida ad un ruolo da protagonista alla Milano-Sanremo di sabato prossimo. Stefano Garzelli invece ha beffato Michele Scarponi e ha vinto la corsa grazie agli abbuoni nei traguardi volanti. Il varesino ha raccolto due terzi posti rosicchiando due secondi, quelli che li separavano dal marchigiano che sognava il bis proprio nella sua terra. I due sono giunti incredibilmente appaiati in testa alla classifica finale, ma i migliori piazzamenti hanno premiato lo scalatore che così ha ribaltato la classifica del 2009. Come sempre il traguardo difficile di San Benedetto ha tarpato le ali a tanti velocisti che puntavano alla vittoria di tappa: Daniele Bennati ha rinunciato alla volata mentre Mark Cavendish è rimasto coinvolto in una caduta. Le luci dei riflettori sono però per il vincitore della corsa. «È una cosa assurda, quasi da non credere. Sembraunfilm -dice il  36enne Garzelli riferendosi all’incredibile recupero finale – ci credevo, non avevo niente da perdere ed ho visto ricompensare i miei due secondi posti di tappa con gli interessi. Faccio i complimenti a Paolini per il gran lavoro svolto e a tutta la squadra, oltre che a Scarponi e all’Androni ». Lo stesso Scarponi rende merito all’avversario: «È la prima volta che mi capita una cosa del genere e non è molto piacevole. È stata una corsa tiratissima, Stefano e la sua squadra sono stati bravissimi ad approfittare delle due occasioni che avevano per guadagnare dei secondi».