Roma, ordigno bellico: iniziano l’evacuazione i residenti

Iniziate le operazioni di evacuazione di circa 4.000 abitanti della zona Tiburtina, a Roma, interessata dalle operazioni per il disinnesco e la rimozione dell’ordigno bellico rinvenuto nei cantieri della nuova stazione ferroviaria. Impegnati 140 Vigili urbani e 200 volontari della Protezione civile. Gli abitanti devono lasciare le case con porte interne e finestre aperte entro le 9.30. Poi la zona sarà chiusa al traffico fino al disinnesco dell’ordigno, previsto per le 13.30. Un intero quartiere di Roma sarà evacuato dalle 7.30 alle 13.30 per disinnescare una bomba della II Guerra Mondiale, trovata nei cantieri dell’alta velocità alla stazione Tiburtina. Circa 4 mila persone, che abitano nel raggio di 300 metri dal luogo dove si trova l’ordigno, lasceranno le case per consentire agli artificieri di intervenire. Previste deviazioni e cancellazioni di 18 treni a lunga percorrenza in transito alla stazione Tiburtina. Chiuso dalle 10 alle 13 anche l’aeroporto di Ciampino: 21 voli saranno cancellati.